Marchesini, open house

Marchesini investe sul futuro e inaugura un nuovo stabilimento. L’open house di cinque giorni, tutta dedicata alle ultime tecnologie e alle macchine “mai viste”.

Vengono messe in mostra per la prima volta nel nuovo stabilimento di Pianoro da 3500 mq, progettato secondo criteri di eco-compatibilità, le ultime linee Marchesini per il riempimento-confezionamento di specialità farmaceutiche (e non solo). Un evento, dunque, quello di metà ottobre (18-22/10/2010), non solo di celebrazione ma anche di aggiornamento tecnologico. Il gruppo industriale emiliano, leader nel settore delle macchine per il packaging farmaceutico e cosmetico, invita così a “toccare con mano” l’ultimo passaggio di una crescita che non si arresta, ispirata a principi di innovazione e flessibilità.

Le macchine - In occasione dell’open house vengono allestite 15 linee complete, per un totale di oltre 70 macchine.
Per la produzione e il confezionamento di forme solide e polveri, sono esposte 5 linee complete blister (MB460, MB451 Evolution, MB430 e Integra 200); una linea di conteggio composta dall’inedita FTC24 e dalla tappatrice ML667; la confezionatrice MST300, anch’essa presentata per la prima volta al pubblico; una linea completa equipaggiata con la nuova riempitrice per stickpack MSP560.

Nella produzione di liquidi, invece, il focus è posto sulla nuova linea siringhe robotizzata No Contact, composta da un’etichettatrice dotata di sistemi Robovision, una termoformatrice Farcon FBZ320 e un’astucciatrice MA. In mostra anche la linea integrata Unica, composta da termoformatrice e astucciatrice equipaggiata con due robot; la riempitrice per siringhe FSP5 (nuova); una linea completa per il riempimento in asettico, anch’essa nuova e collocata all’interno di una camera sterile allestita per l’occasione; le riempitrici fiale RSF3 e RSF24 e un’inedita linea per il riempimento e l’etichettatura di flaconi per prodotti oftalmici, composta dall’orientatore flaconi OMF, dall’ML652 e dalla etichettatrice RE202.

Spazi ad hoc sono dedicati al track and trace - dove viene presentata l’intera serie di etichettatrici BL, ciascuna dotata di un diverso software per testimoniarne la versatilità - e alla robotica, dove troviamo due modelli inediti (ma anche molte macchine esposte sono equipaggiate con sistemi robotica).

Gli uomini - La massiccia presenza del personale Marchesini testimonia l’importanza riconosciuta alle risorse umane. Un ruolo cardine è attribuito all’after sales, in gioco nella duplice funzione di front desk e di testimonianza diretta di come si organizza un servizio che deve rendere conto della produzione dei pezzi, del monitoraggio delle parti di ricambio, dello stoccaggio e spedizione ai clienti. Buon ultimo, il servizio tecnico resta a disposizione per illustrare l’organizzazione capillare della rete estera, in grado di servire ogni angolo del globo sotto la direzione dell’headquarter bolognese.